Milano ha le potenzialità per diventare un modello per l’Italia e l’Europa, ma ha bisogno di persone che sappiano pensare in grande e trasformare con il duro lavoro i sogni in realtà concrete. .

E queste potenzialità sono le idee e i progetti ambiziosi dei milanesi che voglio raccogliere: tante onde che se si mettono assieme possono davvero portare il mare a Milano!

CHI SONO


Federico Figini si è diplomato al Liceo Classico San Raffaele di Segrate e ha studiato Economia e gestione aziendale alla Cattolica di Milano e si è subito messo alla prova: nel 2014 ha fondato la start-up Be4 PMI, che offre servizi di consulenza marketing, comunicazione e risorse umane alle piccole e medie imprese.
Poi il debutto nella politica attiva mettendosi al servizio dei cittadini con Fare per Fermare il declino fondando il Comitato Martesana. Eletto, in seguito, membro della Direzione Regionale Lombardia, è stato tra i fondatori del gruppo Giovani per Fare e si è candidato sindaco a Gorgonzola nel 2013.
Convinto che le cose debbano cambiare partendo dal basso, si è nuovamente messo in gioco candidandosi sindaco al Comune di Segrate alle elezioni amministrative 2015 con la lista civica I Like Segrate.
E non finisce qui: nel 2015 ha fondato la Porta Invicta di Italia Unica ed è membro del Coordinamento Provinciale, impegnandosi nella sfida delle amministrative milanesi del 2016.
Cattolico, da sempre attivo nella sua parrocchia del Villaggio Ambrosiano a Segrate, è stato responsabile dell’oratorio estivo, educatore e membro eletto del consiglio pastorale.
La passione per il prossimo e per il suo paese non si esaurisce con la politica: dal 2008 è anche soccorritore volontario per il 118 di Milano e dal 2014 ha affiancato a questo l’impegno nel FAI.
Ama leggere, si interessa di filosofia, medicina e teatro.
Ha anche organizzato diversi eventi e concerti, come la Festa Cittadina di Segrate, e si è cimentato in prima persona nel cabaret, sia come presentatore sia in qualità di attore.

COSA PROPONGO


START-UP

L’Amministrazione deve diventare protagonista di un processo di creazione delle condizioni ambientali, burocratiche, economiche, culturali e infrastrutturali che faccia nascere, crescere ed affermarsi una rete di nuove imprese ad alto tasso di tecnologia ed innovazione.

CULTURA

Voglio fare di Milano un brand globale. Un punto di riferimento per la cultura, l’arte, il turismo di qualità, il gusto e lo stile.Partendo dal progetto della Grande Brera voglio Milano capitale dell’arte contemporanea, dello spettacolo e della musica.

SPORT

Sogno una Milano che sia teatro di grandi manifestazioni sportive internazionali, che riqualifichi i suoi impianti e ne costruisca di nuovi all’avanguardia. Una Milano dove lo sport sia strumento di crescita sociale a disposizione di tutti con aree libere in ogni quartiere.

VOLONTARIATO

La Milano che voglio è una città in cui merito e solidarietà sappiano convivere, in cui non si dimentica che una comunità si basa innanzitutto sulla solidarietà tra chi ne fa parte.Una città a misura di tutti, bambini, anziani, donne, famiglie, disabili. In cui pubblico, privato e privato non profit lavorino in sinergia.

CHI RAPPRESENTO


START-UP

Due anni fa ho fondato una start-up, scoprendo le mille difficoltà, ma soprattutto la soddisfazione di chi sceglie di mettersi in gioco costruendo da solo il proprio futuro e innovando con energia il mondo del lavoro.

CULTURA

Sono appassionato da sempre della storia e della bellezza architettonica e paesaggistica di questo paese e ritengo che ognuno di noi abbia la responsabilità di valorizzare un patrimonio unico, io cerco di farlo come volontario del FAI.

SPORT

Pratico sport da sempre, sono stato presidente di una squadra iscirtta al CSI e per il Comune di Segrate collaboro con varie federazioni sportive ed il CONI: conosco le difficoltà nello sviluppo di progetti seri, ma anche le soddisfazioni ed i benefici che ne derivano.

VOLONTARIATO

Sono cresciuto nel mondo del volontariato: prima in oratorio, poi nel 118 e nel FAI. Il terzo settore è una risorsa fondamentale per la crescita di una società complessa come la nostra e tutte le associazioni vanno messe nelle condizioni di lavorare al meglio.

COSA OFFRO


PASSIONE

Mi sono sempre gettato a capofitto in tutto quello che ho fatto, dedicandomi con passione ed entusiasmo alle attività e ai progetti in cui credo veramente. E per la sfida milanese sto già mettendo tutta l’energia ed il tempo che ho a disposizione da diversi mesi e ho intenzione di continuare così per tutti i 5 anni di mandato.

CONCRETEZZA

La formazione manageriale e le esperienze di lavoro e volontariato mi hanno sempre abituato ad un approccio pratico e pragmatico. Dall’analisi delle esigenze e dei problemi, attraverso studio e progettazione, devono derivare soluzioni precise e puntuali, tenendo conto dei risvolti tecnici, economici ed umani delle questioni e facendosi guidare dal buon senso.

PREPARAZIONE

Per conoscere una realtà complessa come Milano non basta vivere la città, ma bisogna allargare lo sguardo per conoscere le tante realtà diverse dalla propria, toccare con mano situazioni e problemi, ma sopratutto una grande capacità di ascolto di tutti i cittadini. E poi studio e approfondimento per cercare le migliori soluzioni ai tanti problemi.

LIBERTA

Le scelte che ho fatto nella mia breve, ma intensa, carriera politica sono sempre state guidate dalla coerenza e dalla ferma volontà di non piegarmi a compromessi che non condividevo. Avrei potuto raggiungere posizioni sicuramente più importanti. ma ho sempre voluto rimanere libero di scegliere per quello che ritengo il meglio e libero di esprimere la mia vera opinione.

GIORNI ALLE ELEZIONI

Giorno(s)

:

Ore(s)

:

Minuto(i)

:

Second(s)

SONO CANDIDATO CONSIGLIERE COMUNALE


R

LISTA INDIPENDENTE DAI PARTITI

R

IDEE RACCOLTE DAL TERRITORIO

R

CANDIDATO CON UN CURRICULUM UNICO

R

PERSONE NUOVE E APPASSIONATE

R

PROGRAMMA CONCRETO E DETTAGLIATO

R

PROGETTO PER IL FUTURO

SCOPRI DI PIU


VIDEO

ARTICOLI

Un’oasi verde nel cuore di Milano

Nel cuore del quartiere di Brera, famoso per lo stile bohemien, culla degli artisti milanesi e vetrina dell’Arte nazionale ed internazionale, ci possiamo rilassare in un angolo pittoresco e suggestivo, lontano da una Milano caotica e frenetica. L’Orto...
Read More

TRIVELLE SI, trivelle no

In Italia, si sa, la memoria è corta e la storia non insegna niente. Così, ecco che ci ritroviamo, dopo nemmeno trent’anni dal celebre referendum sul nucleare, a votare in merito a scelte in grado di influenzare le politiche energetiche ed economiche del nostro paese...
Read More

SMOG PER TUTTI

Pochi giorni fa ho trascorso un pomeriggio all’insegna dell’inquinamento. No, non sono andato a fare jogging sulla tangenziale est nell’ora di punta. Ho avuto, invece, modo di trascorrere alcune ore confrontandomi con il presidente di ARPA,...
Read More

UN MONDO SENZA EROI

Due figure tipiche sono presenti da sempre nei meandri della storia della civiltà: quella mitica dell’eroe e quella più umana, ma spesso ugualmente venerata, dell’artista. Ogni civiltà si è sempre fondata su un sistema di valori proprio...
Read More

BELLA E FIERA

A volte il teatro ritrova la sua funzione originale di stimolo alla riflessione sulla realtà contemporanea. A volte ha il coraggio di preferire nuovi testi originali ed attuali alla sicurezza delle grandi opere del passato. Così nascono spettacoli come Bella e Fiera...
Read More

LA VITTORIA POSSIBILE

La cultura europea è migliore di quella islamica ed è questa l’arma migliore che abbiamo a disposizione per sconfiggere i fondamentalismi. Sono trascorsi alcuni giorni dai tragici attentati terroristici di Parigi durante i quali al lutto ed al cordoglio per le...
Read More

MILANO HA BISOGNO DELLE TUE IDEE


SCRIVIMI